Come il riciclaggio delle risorse trasforma la produzione

Panasonic trasforma gli elettrodomestici dismessi in risorse riutilizzabili

Panasonic sta trasformando il suo processo di produzione per tenere conto della fase finale del ciclo di vita, implementando una "Produzione orientata al riciclaggio". In seguito ai progressi compiuti nel settore della tecnologia di riciclaggio, l'obiettivo finale è quello di convertire il ferro, il rame e la plastica presenti nei rifiuti destinati alle discariche in risorse di valore per la produzione di nuovi prodotti.   

Il sostegno all'eliminazione della plastica sta crescendo in un mondo sempre più orientato a un'economia circolare che prevede una generazione di rifiuti pari a zero. Gli elettrodomestici contengono metallo, vetro e plastica: l'importanza di recuperarli e riutilizzarli, anziché scartarli, è sempre più sentita. Panasonic ha sviluppato tecnologie, metodi produttivi, attrezzature per il recupero e il riutilizzo di risorse preziose dagli elettrodomestici dismessi, trasformandoli in materiali di produzione.

La produzione orientata al riciclaggio ha due obiettivi. Il primo consiste nella minimizzazione delle risorse iniziali e nella massimizzazione delle risorse riciclate. Il secondo nell'azzeramento del volume di smaltimento finale dei rifiuti generati attraverso attività produttive.  

Produrre da risorse riciclate

Il recupero di risorse da elettrodomestici dismessi a scopo di riciclaggio richiede tecnologie avanzate. Minimizzando le risorse iniziali riducendo le dimensioni e il peso dei prodotti alla fase produttiva, Panasonic attua iniziative volte a recuperare un volume maggiore di risorse riciclabili attraverso l'introduzione di nuove tecnologie presso i propri impianti di riciclaggio.

Una chiave del riciclaggio delle risorse è il lavoro svolto presso il Panasonic Eco Technology Center Co., Ltd. (PETEC), un impianto di riciclaggio creato nella prefettura di Hyogo, Giappone nel 2000. Presso il PETEC, Panasonic ricicla risorse preziose come plastica, ferro e rame a un grado di purezza elevato da televisori, condizionatori, refrigeratori e lavatrici dismessi.   

Foto: Elettrodomestici dismessi consegnati al PETEC. Elettrodomestici dismessi introdotti con carrello elevatore nel magazzino del PETEC.
Foto: Sulla linea dell'impianto PETEC, gli operatori utilizzano un cacciavite elettrico per smontare le parti riutilizzabili.
Foto: Le risorse riciclate ad alta purezza vengono raccolte da operatori che indossano guanti.

Il processo di smistamento e riciclaggio dei componenti in plastica, ad esempio, rappresenta una grande sfida. Esistono molte varietà di resina, anche se possono sembrare tutte uguali, che devono essere separate e recuperate prima che abbia inizio il processo di riciclaggio. Il PETEC ha sviluppato un sistema di smistamento delle resine ad alta precisione che consente lo smistamento e il recupero per tipo a un grado elevato di purezza. Questo è possibile attraverso l'identificazione del tipo di plastica per irradiazione con un fascio del vicino-infrarosso. Da parti miste di resina vengono smistati e recuperati tre tipi di plastica: polipropilene, polistirene e ABS (acrilonitrile butadiene stirene) a un grado di purezza superiore al 99 percento.

Sistema di selezione delle resine ad alta precisione con tecnologia di identificazione del vicino infrarosso

Foto: Interno del sistema di smistamento della plastica ad alta precisione con tecnologia di identificazione del vicino infrarosso

Le resine estratte con elevato grado di purezza vengono destinate al loro nuovo ruolo di materiali riciclati

Foto: Resina smistata
Foto: I materiali riciclati vengono spediti dal PETEC. I carrelli elevatori trasportano i materiali riciclati contenuti in sacchi.

Dopo essere state estratte, le risorse riciclate con elevato grado di purezza vengono trasformate in "prodotti orientati al riciclaggio di risorse". La resina riciclata si trova nelle parti interne di condizionatori, refrigeratori e fornelli a induzione. L'isolamento sottovuoto che utilizza la lana di vetro riciclata dai tubi a raggi catodici dei televisori viene usato nei nuovi refrigeratori. Ampliando questi tipi di tecnologie di riciclaggio delle risorse dall'uso domestico in Giappone al mondo intero, Panasonic mira a contribuire al conseguimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile e alla realizzazione di una società sostenibile.

17 obiettivi di sviluppo sostenibile

Immagine: Obiettivi di sviluppo sostenibile. 1: POVERTÀ ZERO 2: FAME ZERO 3: SALUTE E BENESSERE 4: ISTRUZIONE DI QUALITÀ  5: UGUAGLIANZA DI GENERE 6: ACQUA PULITA E IGIENE 7: ENERGIA PULITA E ACCESSIBILE 8: LAVORO DIGNITOSO E CRESCITA ECONOMICA 9: INDUSTRIA, INNOVAZIONE E INFRASTRUTTURE 10: RIDURRE LE DISUGUAGLIANZE 11: CITTÀ E COMUNITÀ SOSTENIBILI  12: CONSUMO E PRODUZIONE RESPONSABILI 13: AGIRE PER IL CLIMA 14: LA VITA SOTT'ACQUA 15: LA VITA SULLA TERRA  16: PACE, GIUSTIZIA E ISTITUZIONI FORTI 17: PARTNERSHIP PER GLI OBIETTIVI.  Questi obiettivi di sviluppo sono stati concordati su scala internazionale per il conseguimento entro il 2030.
Immagine: A Better Life, A Better World

Contatti

Panasonic Corporation
Groupwide Brand Communications Division
Contatti [Sito globale]