https://myprofile.panasonic.eu/login?lang=it_IT&{0} /servlet/saml/logout4eu?{0} //shop.panasonic.it/s/Sites-IT-B2C-Site/dw/shop/v15_5{0}?client_id=10d38a11-2677-4619-8f77-3dd61bcd19b6 #.###,00 010 010 //panasonic.purchase-now.it/it/Widgets/Fluid/{0} //panasonic.purchase-now.it/Products/MultipleInStock/Fluid/{0}

Seleziona colore
Prezzo IVA inclusa: Acquista subito Acquista da Panasonic Dove acquistare

Un progetto di ritratti sulla diversità

Un progetto di ritratti sulla diversità
28-04-2021

Un progetto di ritratti sulla diversità

Fotografare 85  persone e animali in soli due giorni sembra davvero una Mission Impossible. Ma si può fare, come ha dimostrato la fotografa svedese Emma Svensson. Ha messo alla prova il nuovo obiettivo LUMIX S 85 mm f 1.8 e ne è rimasta davvero colpita: "È leggero, veloce e intelligente: esattamente ciò che cerco."Poiché questo progetto riguarda la diversità, ha deciso di fotografare una diversità di persone e animali. Il ricavato è stato devoluto a un ente benefico chiamato 2helpingshands, che viene in aiuto dei rifugiati del campo di Moria.

"Mi è stato chiesto di realizzare una serie di ritratti", ha dichiarato Emma. "Anziché limitarmi a un piccolo gruppo, ho pensato di realizzare un grande progetto incentrato sulla diversità e scattare foto di 30-40 persone. Abbiamo finito per realizzare un servizio con 85 tra persone e animali, per lo più cani". Per mesi è stato uno dei progetti più grandi di Emma. "È stato un anno difficile a causa del coronavirus. Siamo riusciti a fotografare tutti nel rispetto delle misure di sicurezza chiamando in studio poche persone alla volta. Avevo 15 minuti per ogni ritratto. Non vedevo così tante persone da mesi. Il solo fatto di incontrarli e fotografarli è stato per me un momento intenso."

Fotografare così tante persone richiede tanta velocità. È qualcosa a cui Emma, che ha iniziato come fotografa di concerti, è abituata. "Sono brava a lavorare sotto pressione. A un concerto, si hanno a disposizione solo pochi brani per ottenere le immagini desiderate. Quindici minuti più tardi, devi spedire le foto. Quando si fotografa una celebrità, si hanno a disposizione pochi minuti da soli con lei".
Per questo progetto, ha contattato persone con cui aveva già lavorato, ne ha trovate altre sui social media e ha organizzato un casting per la strada.

"Volevo fotografare persone con diverso background, aspetto fisico ed età. Abbiamo chiesto di partecipare a 300 persone. Pochi giorni prima del servizio, il governo ha imposto un altro periodo di restrizioni per contrastare la pandemia di Covid-19. Venti persone decisero di non partecipare. Per lo stesso motivo non siamo riusciti a fotografare il numero di anziani che avrei voluto". La parte difficile del progetto è stata trovare un livello sufficiente di varietà nei ritratti. "Volevo realizzare ritratti unici per catturare le personalità di ognuno. Il più delle volte sapevo quale tipo di foto volevo realizzare ancora prima che le persone entrassero in studio. Parlo molto quando lavoro, metto le persone a loro agio, do loro indicazioni e commento le loro pose. E con un po' di buona musica, tutto va per il meglio. Per questo servizio ho scelto un dress code bianco. Alcune persone mi hanno chiesto di posare con il loro amico animale. Abbiamo iniziato con un gatto bianco, ma ho fotografato anche alcuni cani".

È il primo lavoro eseguito con l'obiettivo LUMIX S 85 mm f 1.8. "La prima cosa che mi ha colpito è stata la sua leggerezza. Si sposa perfettamente con la fotocamera LUMIX S e assicura risultati sorprendenti in termini di nitidezza e sfocatura dello sfondo. Gli obiettivi rapidi e di buona qualità sono spesso grandi e pesanti, ma questo è un vero gioiello. Combina tutto ciò di cui ha bisogno un professionista a un'ottima esperienza utente. Questo obiettivo incarna tutto ciò che desidero in un obiettivo". Ha donato i proventi di questo progetto a un ente benefico, 2helpingshands. "Questa organizzazione aiuta i rifugiati del campo profughi di Moria, in Grecia.
Questo progetto è stato molto proficuo, volevo fare qualcosa di bello con il ricavato. È qualcosa che ho sempre fatto. Se si può produrre un impatto sul mondo perché si è famosi, si hanno delle possibilità o molti follower sui social media, si deve usare questa influenza per aiutare gli altri.

 

Emma Svensson

Emma Svensson

Emma Svensson inizia la sua carriera di fotografa nel 2002, immortalando i migliori momenti dei concerti e gli artisti del panorama musicale e facendosi strada nel settore della moda. Oltre a coltivare una passione sfrenata per l'alpinismo che l'ha portata a scalare 61 delle vette europee battendo un record mondiale, gestisce uno studio fotografico per il quale assume per lo più donne. È impegnata sul fronte delle pari opportunità e del cambiamento per le donne in fotografia e desidera ispirare le persone a seguire i propri sogni.

Visita il sito Web di Emma Svensson

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie clicca qui. Chiudendo questo banner con un click sul seguente tasto OK , scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.